Un anno positivo per Samo Industries, azienda leader nel settore dell’arredobagno, con sede a Bonavigo e guidata dalla famiglia Venturato.

Il Gruppo, con una presenza capillare in Italia e in oltre 120 paesi nel mondo attraverso sedi distributive, punti vendita e centri assistenza, conferma il suo ruolo di primo piano nel settore dell’arredobagno.
Con sette sedi in Italia e all’estero e quattro stabilimenti produttivi nel nord Italia, per un totale di 136.500 metri quadrati, Samo Industries è in grado di offrire oltre 8.000 varianti di prodotto.

Nel corso del 2023, il bilancio consolidato del Gruppo ha raggiunto i 100 milioni di euro, combinando i risultati finanziari delle due società controllate, Inda con 46 milioni di euro e Samo con 54 milioni di euro.

L’anno appena trascorso è stato caratterizzato da una fase di transizione in cui le basi per una maggiore internazionalizzazione sono state gettate. Inda, marchio noto nel settore dell’arredamento bagno con 80 anni di esperienza, ha diversificato con successo la propria produzione, spaziando dai mobili agli accessori, passando per specchi e pareti doccia.

Il settore degli specchi ha registrato un aumento del 9,4%, trainato principalmente dall’espansione nel settore contract e dalle ottime performance in Belgio, Svizzera e Medio Oriente, oltre alla solidità dei mercati tedesco e austriaco.

 

Le pareti doccia hanno mantenuto una stabilità, con segnali positivi soprattutto dal settore contract e dal mercato francese, che riflettono una domanda solida e una penetrazione efficace del mercato. Gli accessori, pilastri del marchio Inda fin dalla sua nascita, hanno registrato una crescita nei mercati tradizionali, in particolare in Germania, Francia e Austria.

Denis Venturato, presidente del Gruppo, commenta: «Grazie alle nostre performance internazionali, siamo ottimisti nella prospettiva di espandere la nostra presenza in nuove aree geografiche specifiche e consolidare il nostro ruolo di riferimento in Europa».

Il 2023 ha visto segnali promettenti di crescita provenienti da mercati emergenti, con significativi aumenti percentuali nel Regno Unito e nei Paesi dell’ex Jugoslavia.
L’azienda si propone di continuare a monitorare attentamente queste regioni e completare la riorganizzazione dei prodotti, concentrando gli sforzi soprattutto nel settore delle docce, che rappresenta il cuore del business di Samo.

 

 

Copyright © 2024 | Il Nuovo Giornale | Tutti i diritti Riservati.