Continua il Road Show in Italia degli innovativi veicoli industriali elettrici per l’igiene urbana della società fiorentina Gorent, che, insieme a Renault Trucks Italia e ad altri Partner, li presenta ai cittadini in un tour ecosostenibile per 100 piazze della Penisola

La quarta tappa del 2022, del road show “Puliamo La tua Piazza”, ideato dalla società fiorentina Gorent, in collaborazione con Renault Trucks Italia per diffondere nel Paese i valori della mobilità sostenibile e la ricerca di un nuovo concetto di benessere sociale.
Dopo Venezia, Treviso e Trento approda a Verona il progetto di sensibilizzazione ambientale e transizione energetica con la presentazione dei mezzi elettrici che porteranno importanti novità nella vivibilità delle città e nella qualità della vita dei cittadini, iniziato nel 2021.

I mezzi presentati nel tour sono quelli di Renault Trucks Italia, main partner; Aebi Schmidt; Exelentia con il brand Goupil e GreenG.
«Preserviamo la salute dell’ambiente e delle persone, – afferma Furio Fabbri, presidente e A.D. di Gorent S.p.A – e, come facilitatori della transizione energetica, nel Gruppo Gorent rivolgiamo lo sguardo a combattere quello che da sempre consideriamo il rifiuto principe nemico della salute: le emissioni di CO2.
Per dirigerci verso un futuro davvero sostenibile, lavorando sui territori, ci impegniamo su progetti importanti dal punto di vista ambientale, che sono da portare all’attenzione del pubblico.
Riteniamo quindi prioritario parlare ai cittadini, valorizzare i nostri clienti e coinvolgere le persone sensibili all’ambiente nei nostri progetti. Di fatto, operiamo con scelte concrete, come l’utilizzo di veicoli industriali elettrici».

«Le scelte che facciamo oggi definiscono il mondo in cui viviamo domani. – dichiara Pierre Sirolli, A.D. di Renault Trucks Italia – Da produttore responsabile, dobbiamo considerare, in tutte le nostre azioni, come ridurre l’impatto climatico, utilizzare al meglio le risorse del mondo e condurre il business in modo più responsabile. I veicoli elettrici sono una pietra angolare della nostra strategia e abbiamo la chiara ambizione di diventare leader in questo settore».

«Amia Spa è sempre attenta alle innovazioni tecnologiche. – sottolinea Bruno Tacchella, presidente di Amia – Le proposte di mezzi ad alimentazione elettrica, che già abbiamo in parte, non possono che essere il futuro per l’ambiente e l’eco sostenibilità, che abbinate al senso civico del cittadino, possono dare grandi risultati per il nostro ambiente.
Grazie a questa Amministrazione saranno previsti 60 milioni di investimenti nei prossimi 15 anni di affidamento diretto da parte del Comune di Verona ad Amia Spa, dei quali, circa 22 milioni, da spendere già nei primi anni per la realizzazione di nuovi cassonetti e mezzi in tutta la città scaligera, con l’obiettivo di incrementare ulteriormente la raccolta differenziata».

«ESG è l’acronimo di Environmental, Social and Governance e si riferisce a tre fattori centrali nella misurazione della sostenibilità di un investimento. – aggiunge Matteo Gelmetti, vicepresidente Veronafiere Spa – Veronafiere Spa quest’anno ha redatto per la prima volta il bilancio di sostenibilità, perseguendo gli obiettivi tipici della gestione finanziaria, tenendo in considerazione aspetti di natura ambientale, sociale e di governance. I criteri ambientali esaminano il modo in cui un’azienda contribuisce alle sfide ambientali e le sue performance in tal senso. I criteri sociali analizzano il modo in cui l’impresa tratta le persone, mentre i criteri di governance valutano il modo in cui un’azienda è amministrata. I fattori ESG migliorano i rendimenti, riducendo il rischio d’investimento e creando valore».

«La grande sfida con cui l’uomo si confronta oggi è essenzialmente quella di creare delle comunità sostenibili: ambienti fisici, sociali e culturali nei quali soddisfare i propri bisogni e aspirazioni senza compromettere il futuro delle generazioni che verranno. – afferma Giuliano Occhipinti, presidente della Circoscrizione Centro Storico di Verona – Ciò che viene “sostenuto” in una comunità realmente sostenibile non è lo sviluppo o la crescita economica, bensì l’intero tessuto vitale da cui dipende la nostra sopravvivenza a lungo termine. Ogni amministrazione si deve impegnare a creare “coscienze ecologiche”, la competenza in campo ecologico è oggi di importanza critica per i politici, gli uomini d’affari e i professionisti in tutti i campi».

All’iniziativa erano presenti anche Massimo Mariotti e Laura Nascimbeni, rispettivamente presidente e vicepresidente riconfermati al vertice della società Serit: «L’obiettivo per il futuro è quello di migliorare i già ottimi risultati ottenuti con la raccolta differenziata, che hanno registrato una media superiore a quella regionale, grazie alla collaborazione con il Consorzio di Bacino Verona Nord ed i Comuni serviti. La tecnologia applicata alla quotidianità dei servizi di raccolta può sicuramente aiutare a diminuire i tempi per il raggiungimento di tali obiettivi».

Foto: a sinistra, alcuni dei veicoli elettrici della società fiorentina Gorent; a destra, Furio Fabbri, presidente e A.D. di Gorent S.p.A.

... ...