Iniziativa di informazione e sensibilizzazione sulla violenza di genere, organizzata dalla Commissione Pari Opportunità di Legnago in collaborazione con il centro antiviolenza “Legnago Donna” in occasione del 25 Novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza di genere.

Per l’occasione saranno presenti: il sindaco Graziano Lorenetti, l’assessore ai Servizi Sociali, Orietta Bertolaso, Nadia Zanini conigliera con delega alle Pari Opportunità, Cinzia Moretti consigliera comunale e componente della Cpo Provincia di Verona, Benedetta Tesoro coordinatrice area donne dell’Istituto Don Calabria ente gestore del centro antiviolenza “Legnago Donna”, Davide Picelli vicepresidente della Commissione Pari Opportunità e tutti i suoi componenti. A moderare l’incontro la superpresidente Commissione Pari Opportunità di Legnago Caterina Stella.

«Purtroppo lo sappiamo, – ha esordito la superpresidente di Cpo Stella nella conferenza stampa di oggi a Palazzo de’ Stefani – la piaga della violenza di genere a livello nazionale rimane grave e non sembra rimarginarsi anzi, anche quest’anno i dati del rapporto annuale del Viminale parlano di una donna uccisa ogni 3 giorni, dall’inizio dell’anno sono 104 le donne uccise per mano di chi diceva di amarle, la maggior parte dei delitti infatti avvengono proprio in ambito familiare.
Aumentano anche del 9% le violenze sessuali rispetto all’anno prima, segnale che nonostante la prevenzione, sensibilizzazione e l’impegno da parte delle Forze dell’Ordine c’è molto ancora da fare».

«Ne approffitto – ha continuato Stella – anche per dire che il problema della violenza di genere si amplifica ulteriormente con caratterisiche di ampia portata e difficili da stimare e condannare, se consideriamo non solo la violenza fisica e psicologica ma anche la cyber violenza di genere (cyber stalking, sexting, revenge porn, hate speech, doxing), un fenomeno in netto aumento soprattutto con l’avvento della pandemia dove c’è stato un incremento dell’utilizzo dei canali digitali: spesso le vittime sono minorenni con tutte le conseguenze del caso da un punto di vista psicologico su una ragazza che sta crescendo e che non è ancora consapevole dei rischi e dei pericoli presenti sulla rete web».

Al convegno, in programma al Centro Ambientale Archeologico di Legnago venerdì 25 novembre ore 20:30, inteveranno:

Franca Consorte, psicologa del centro antiviolenza “Legnago Donna” che affronterà l’aspetto psicologico della relazione maltrattante dove viene agita violenza contro la donna, che spiegherà i segnali ma anche i meccanismi che regolano una situazione di abuso fisico e psicologico;
Sabrina Felicioni, avvocato del centro antviolenza “Legnago Donna” che analizzerà le novità normative in ambito di tutela penale delle vittime di violenza di genere,
la riforma dell’ex-ministra della Giustizia Cartabia (introduzione di nuove fattispecie di reato: mutilazioni genitali femminili, costrizione o induzione al matrimonio, diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, ampliamento delle garanzie processuali anche alle vittime di delitti tentati), dimostrando come sono ancora molte le difficoltà che si presentano in ambito processuale.

La serata sarà motivo per presentare un progetto innovativo e sperimentale rivolto agli uomini, pensato e promosso dalla dottoressa Franca Consorte che la Commissione ha deciso di supportare e condividere,ritenendo che il problema della violenza non riguardi solo le donne, ma soprattutto gli uomini ancora legati a stereotipi e pregiudizi di genere, a una cultura patriarcale che vedeva la donna sottomessa all’uomo.

«Ricordo – ha concluso la superpresidente Cpo – nell’ambito delle iniziative promosse dall’amministrazione in occasione del 25 Novembre, il corso di autodifesa dedicato a tutte le donne, nelle biblioteche comunali invece la possibilità di trovare una vetrina tematica dedicata: alla biblioteca Fioroni una selezione di libri per adulti per riflettere dul tema dell’abuso fisico e psicologico e dell’amore malato, alla biblioteca Bellinato invece una selezione di libri dedicata a bambini e ragazzi sulle figure di donne che si sono distinte per capacità e preparazione. Desidero ringraziare le associazioni e tutte le realtà che ci supportano nelle nostre iniziative: Comune di Legnago, il Centro antiviolenza Legnago Donna, Istituto Don Calabria, ente gestore del Centro antiviolenza Legnago Donna, Pro Loco, Fondazione Fioroni, Fidapa Bpw Italy Legnago e Basso Veronese, Cuore di Donna, CIF – Comitato Italiano Femminile di Legnago e il Consultorio Familiare Cattolico».

Foto: a sinistra, la locandina dell’evento; a destra, Nadia Zanini, Caterina Stella, Franca Consorte e Davide Picelli.

... ...