È pronto, a sud della Groenlandia, lo vedono in distanza gli islandesi guardando verso sud-ovest, un nocciolo d’aria fresca ed instabile che con una precisione millimetrica colpirà il nord Italia a partire da martedi seconda parte della giornata, mercoledì poi in particolare.

In gergo meteorologico questa evoluzione rappresenta un break all’estate, un vero tracollo termico che seguirà ad un lunedì alquanto caldo.
Piogge, temporali ma anche probabilmente purtroppo fenomeni di forte intensità potrebbero colpire diverse aree del nord, ovviamente con l’impossibilità ad oggi ma anche poche ore prima, di poter individuare chi ne farà le spese.

Non sarà un semplice fronte temporalesco bensì una fase di almeno un paio di giorni con piogge e temporali (segnatamente mercoledì ed indicativamente a seconda delle aree martedì pomeriggio e giovedì mattina).
A seguire clima decisamente gradevole, assai fresco in montagna. Probabilmente avremo bufere di neve sui rifugi delle vette alpine.

L’Alta Pressione delle Azzorre farà da spalla a questo nocciolo freddo in quota, un autentico elefante in un negozio di Swarovski, con direzione attenzione l’Inghilterra. Cosa significa? Che nei giorni successivi potrebbero attivarsi correnti da est nordest, con temporali a portata di mano spesso e volentieri.
Infatti le temperature dalla seconda metà della settimana sono previste in aumento (dopo il passaggio dei temporali) ma senza eccessi sebbene leggermente sopramedia. Correnti da est vorrebbe dire aria secca e questo porta già di per sé refrigerio.

Prepariamoci dunque, a parte un lunedì di piena estate, ad un centro settimana decisamente instabile.

[Andrea Fante – Fanmeteo]

... ...