Il progetto giornalistico che doveva affiancare nel Basso Veronese l’edizione de “La Cronaca di Verona” di Raffaele Tomelleri, iniziato nel marzo 2020, non è evidentemente riuscito a decollare nonostante al timone della redazione legnaghese ci fosse Federico Zuliani, così a inizio anno si è deciso di interromperne la pubblicazione.

A darne notizia, ieri, sulla prima pagina dell’edizione cittadina è stato lo stesso Tomelleri: «La Bassa al centro del nostro progetto. […] Dall’inizio dell’anno, come certamente avrete visto, all’interno de La Cronaca, c’è ogni giorno anche uno spazio dedicato alla “Cronaca del Basso Veronese”. Non più una testata “a parte”, ma all’interno del giornale, al centro del nostro progetto […]».

Ma per un giornale che chiude, un altro inizia la sua avventura editoriale come spiegano Federico Zuliani e Alex Ferrante: «La Cronaca del Basso Veronese è stata per noi un evento importante, un progetto nel quale ci siamo gettati a capofitto e che, giorno dopo giorno, ci ha fatto maturare l’idea di poter fare qualcosa di diverso, che fosse più “nostro”. Da qui la decisione di metterci in proprio e fondare una nuova testata indipendente.
Possiamo dire che per certi versi il format sarà simile all’esperienza che abbiamo appena concluso, sempre online, ma rivisitata secondo le nostre valutazioni. L’approccio sarà quello ‘battagliero’ di sempre, ma con un vestito diverso e qualche novità che speriamo risulti accattivante».

Il nome è ancora in gestazione ma la nascita è prevista a inizio febbraio.
In bocca al lupo da parte del Nuovo Giornale Web perché il pluralismo editoriale è garanzia di democrazia.

Foto: a sinistra, il primo numero de La Cronaca del Basso Veronese con un titolo quasi premonitore; a destra in alto, Raffaele Tomelleri; in basso, Federico Zuliani.

... ...