Presentata  a Veronafiere la 15^ edizione di Motor Bike Expo, la più grande manifestazione italiana dedicata ai motociclisti e una delle più importanti in Europa.

Dal 27 al 29 gennaio, il salone riunisce in Fiera a Verona i grandi produttori mondiali, l’arte delle moto custom, i più famosi preparatori internazionali e tutto il mondo che gira attorno alle due ruote, come accessori, abbigliamento e proposte turistiche a misura di biker.

I Numeri 

Motor Bike Expo ha trovato nella Fiera di Verona la dimensione più ideale per svilupparsi e ogni anno si rafforza il rapporto con il territorio. L’evento gode del patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Verona, Comune di Verona e Camera di Commercio di Verona.

Sabato è in programma un itinerario di mototurismo slow con partenza dalla Fiera e che tocca centro storico, Valpolicella, Lessinia e Lago di Garda. Domenica è la volta del motoraduno in piazza Bra per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della sicurezza stradale.
Per la prima volta, in Fiera, si tiene poi l’iniziativa “Eccellenze del tempo libero”: un truck promozionale che propone idee per una vacanza sulle due ruote ma anche per tutta la famiglia, a cui partecipano Museo Nicolis, Gardaland, Parco Natura Viva e Quadrante Europa. Sul fronte della mobilità, infine, Veronafiere, d’intesa con l’assessorato alla Transizione ecologica, Ambiente, Mobilità del Comune di Verona, ha attivato nelle giornate di manifestazione il parcheggio scambiatore alla Genovesa (800 posti disponibili), collegato con un servizio di bus-navetta ogni 20 minuti.

Maurizio Danese, amministratore delegato di Veronafiere: «Motor Bike Expo è una fiera in continua evoluzione in grado di intercettare le ultime tendenze nel settore, nella top 20 delle rassegne italiane per spazi espositivi e risultati. Questo risultato dimostra che abbiamo lavorato bene con il team di Motor Bike Expo e le aziende, gli operatori e gli appassionati che identificano Verona come la capitale internazionale del mondo delle moto. Quello delle due ruote è un settore d’eccellenza della manifattura made in Italy e alcuni dei modelli esposti nei padiglioni ne sono la prova: si tratta di prodotti di livello “artigianale” che uniscono il meglio del saper fare italiano a creatività, tradizione, ricerca e innovazione».

Francesco Agnoletto, CEO di Motor Bike Expo: «Fin dall’inizio abbiamo voluto creare una fiera in cui il motociclista potesse intrattenere un rapporto diretto con le aziende produttrici. Motor Bike Expo 2023 non mancherà questo obiettivo, consentendo a chi usa la moto di confrontarsi con gli espositori, per poter scegliere i prodotti da acquistare e programmare viaggi e vacanze. Chi vorrà, potrà venire in fiera in moto per incontrare e conoscere piloti e altri protagonisti dello sport, come lo straordinario campione Marco Lucchinelli. I giovani, ovvero i ragazzi appartenenti alla Generazione Z, nati dal 1995 al 2012, troveranno un’esposizione di moto a loro dedicate: i 50 ed i 125. E poi Vespe, Lambrette e ciclomotori, d’epoca e attuali, personalizzati, e tanto altro. Nelle aree esterne, spettacoli e dimostrazioni no-stop».

... ...