TABELLINO: 25-22, 25-20, 25-23\
Migliorin 24, Cogo 13, Bernardinello 8, Bissoli 4, Botez 3, Baratto 1, Vicentini F, Vicentini P, Montecchiari (L), Ghedini, Murari, Valle All: Vicentini R.

Buona la sesta. Tante sono state le gare per poter finalmente esultare in Serie B per la Pluvitec, arrivata nelle gare precedenti in almeno 3 occasioni ad un passo dal raccogliere punti, ma restando impigliata in una ragnatela tessuta ad arte nel limbo dei rimpianti sempre sul più bello.
Una gara non propriamente di pregevole estetica visti i numerosi errori anche grossolani da parte di entrambe le formazioni, ma alla fine il risultato sorride a Legnago che ottiene gli unici obiettivi prefissati, ovvero sia la prima vittoria e i primi punti in classifica, permettendo così di rompere finalmente il ghiaccio e di guadagnare 2 posizioni.

L’avversario di giornata era di quelli particolari, ovvero sia la selezione nazionale della Repubblica di San Marino, iscritta al campionato italiano come Promo Pharma RSM.
Legnago che ha mantenuto per l’intera durata dell’incontro e per la prima volta in stagione le redini del match, con le uniche indecisioni solo sul finale del terzo set, quando la formazione del Titano aveva avuto l’illusione di poter riaprire la gara, velleità subito cancellata da Legnago dimostratasi finalmente più cinica nei momenti cruciali a dispetto di quanto era stata friabile in altre occasioni.

Un successo pieno che ridà morale e che interrompe la striscia negativa di 5 sconfitte, portando la Pluvitec ad agganciare proprio San Marino a quota 3 e di scavalcare Viadana di 2 lunghezze, con i mantovani che saranno i prossimi avversari. Distanza dalla quota salvezza ora letteralmente dimezzata, con Padova e Ravenna a braccetto a 6 punti.
Ancora in luce il tandem Migliorin-Cogo che finiscono nuovamente in doppia cifra, il primo a tratti inarrestabile con ben 24 marcature.
È tempo adesso di concentrarsi sulla sfida di sabato prossimo al Pala Farina contro Viadana, fanalino di coda ancora privo di successi ma perfettamente consci di trovare un avversario costruito per l’alta classifica e travolto dalla sfortuna in questo avvio di campionato.
Un leone ferito che va preso assolutamente con le pinze, alla ricerca di altri punti importanti per poter scalare la classifica e dare finalmente una continuità positiva di risultati.

[Mattia Murari]

... ...