È ripartito, dopo due anni di stop a causa della pandemia, il progetto E.E.Q.F. Enjoy European Quality Food, co-finanziato dall’Unione Europea e dedicato all’informazione e alla valorizzazione di prodotti enogastronomici d’eccellenza.

Sono sei i prodotti italiani partner del progetto, vino, olio, e formaggi: l’Asti DOCG, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, il Vino Nobile di Montepulciano DOCG, il Provolone Valpadana DOP, l’Olio Extravergine d’Oliva Toscano IGP, la Mozzarella STG.
Si tratta di eccellenze territoriali la cui qualità è garantita da certificazioni quali la DOP, Denominazione di Origine Protetta, la DOCG, Denominazione di Origine Controllata e Garantita, la IGP, Indicazione Geografica Protetta e la STG Specialità Tradizionale Garantita.
Il progetto coinvolge quattro paesi, Italia, Germania, Spagna e Polonia, presso i quali, vengono organizzati eventi rivolti ad avvicinare consumatori, trade e opinione pubblica al mondo dell’enogastronomia di qualità.

In questo contesto, di incontri conviviali itineranti, ha fatto tappa anche a Verona il progetto EEQF per la valorizzazione dei prodotti dì nicchia. L’evento organizzato in collaborazione con la nuova Associazione Cuochi Veronesi, presieduta da Mida Muzzolon e associata alla Federazione Italiana Cuochi è avvenuto martedì 28 giugno e ha dato modo allo chef Daniele Galletti dell’Osteria da Ugo di Verona, di proporre una serata conviviale con un menu, esclusivamente studiato e servito, con prodotti a marchio di qualità che partecipano al progetto.

Una cerchia scelta di invitati e riservata a poco meno di una quarantina tra giornalisti della carta stampata , food-blooger , rappresentanti di media televisivi, ed altri del settore ristorativo, ha potuto certificare la qualità delle 5 portate dello chef, sapientemente e armonicamente abbinate anche dai vini dei partner del progetto.

Negli interventi i presidenti FIC territoriali Mida Muzzolon per la Provincia di Verona e Valter Crema per la Regione Veneto, hanno ribadito l’importanza che i prodotti DOP, IGP e STG rappresentano. Un grande patrimonio quindi, non solo per l’Italia, ma anche per tutta l’Europa, considerata la culla di culture e tradizioni, comprese quelle enogastronomiche.

«L’informazione, il riconoscimento, la promozione, la tutela, la vigilanza dei prodotti agroalimentari a Denominazione d’Origine – ha ribadito il presidente dell’Associazione Cuochi Veronesi, nonché chef di Tenuta San Martino e Ai 2 Santi di Legnago, Mida Muzzolon – sono aspetti fondamentali per conservare e continuare a valorizzare la nostra cultura italiana ed europea, come mission di responsabilità dell’intero indotto produttivo, anche sotto gli aspetti sociali e culturali, un patrimonio da lasciare in futuro al mondo
intero».

Un grande ringraziamento è stato rivolto, infine, al titolare del ristorante Ezio Martel dell’Osteria da Ugo, dal referente della FIC Promotion, Vito Mastrosamini, per la qualità del servizio e la buona riuscita della serata.

... ...