«Sarà una rievocazione diversa dalle alte ma altrettanto bella e coinvolgente» – assicura il primo cittadino di Castagnaro Christian Formigaro. Ed in effetti questa 8^ edizione della Battaglia di Castagnaro si terrà in estate nei giorni del 1 e 2 luglio, quindi in date diverse dalle altre tradizionali edizioni che si sono sempre svolte nel mese di marzo.

«Certamente –continua il sindaco di Castagnaro – dopo due anni di sospensione obbligata della rievocazione a causa del Covid, siamo stati costretti a sospendere anche quella in programma lo scorso marzo ma non abbiamo potuto saltare anche questo nuovo appuntamento con i rievocatori, le scuole e le nostre associazioni, con uno degli eventi più importanti nella storia delle signorie italiane. Così, d’accordo con i rievocatori ed in particolare con l’organizzatore Giorgio Gaino, abbiamo pensato di presentare questa edizione in via eccezionale in un periodo diverso da quello tradizionale in concomitanza con lo scontro che si è svolto l’11 marzo del 1387 e che ha decretato la fine della signoria scaligera e cioè a luglio. Abbiamo anche leggermente modificato il luogo del suo svolgimento. Saremo sempre all’interno dell’area golenale del fiume Adige ma proprio a ridosso dell’invaso del Ponte della Rosta, riparati dalle piante e in una zona ombreggiata e con una brezza che ci aiuterà in questi giorni di caldo soffocante a vivere meglio le fasi della battaglia».

Sarà quindi una Ottava edizione di grande spolvero che vede il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Verona e dei vari comuni limitrofi oltre al coinvolgimento diretto del Comune di Castagnaro, della Pro Loco, dell’Istituto Comprensivo di Villa Bartolomea e Castagnaro, del Gruppo Eventi, dell’Associazione Battaglia di Castagnaro, dell’Associazione Nucleo volontario dei Carabinieri e delle associazioni di rievocazione storica Lance del Liocorno e Lancia Spezzata.

«Vivremo due giorni intensi e ricchi di spunti storici –riprende il sindaco Formigaro – con la presentazione anche di un grande plastico, un Diorama di quasi due metri e mezzo di lunghezza realizzato dal Gruppo Modellismo Statico e del Carro della Battaglia, una ricostruzione del carro da Guerra usato dagli Scaligeri alto due metri e costruito fedelmente da Paolo Fasolin e da Adriano Dal Pra su progetto dell’ingegnere Flavio Russo, ma avremo anche l’occasione per assistere ad un interessantissimo convegno venerdì 1 luglio e che sarà registrato e poi trasmesso in rete, mentre sabato 2 luglio dalle ore 18 in poi, tutti potranno partecipare gratuitamente all’evento sul Ponte della Rosta qui a Castagnaro prima ad una grande esibizione di rapaci, poi allo Scontro dei Campioni, i capitani dei due schieramenti e poi alla Battaglia finale con la presenza di circa 100 rievocatori. Il gran finale sarà poi con la cena di saluto e di ringraziamento la stessa sera alle ore 21.15 durante la quale potremo parlare, stare assieme e condividere questo momento con i veri protagonisti delle scontro, i rievocatori. Vi aspettiamo numerosi».

 

Ma ecco nel dettaglio il programma:

Venerdì 1° luglio ore 21.00​ Centro Servizi di Via Stazione Convegno dal titolo “La Battaglia di Castagnaro. Un Evento da ricordare” – Alla presenza del sindaco, delle autorità locali e delle associazioni organizzatrici. Interverranno: Riccardo Celeghin – La battaglia di Castagnaro un avvenimento storico-didattico; Giorgio Gaino – Storia di un rievocatore; Matteo Parisato – Gruppo Modellismo statico – Il plastico della Battaglia, storia e descrizione della realizzazione; Christian Sartori – I comandanti dei due schieramenti e le Fasi della Battaglia.

Sabato 2 luglio invece si svolgerà la vera e propria Battaglia di Castagnaro, ore 17.00. Ritrovo dei rievocatori presso le aree destinate al parcheggio; riunione capi gruppo; suddivisione delle compagnie nei due schieramenti; spostamento verso il campo di battaglia; saluto delle autorità e dislocazione degli squadroni su luogo della battaglia;
ore 18.00 Volo ed esibizione di Rapaci (Falchi, Allocchi, Pojane); a seguire Scontro dei campioni e infine la Battaglia Finale con circa 100 rievocatori provenienti da varie parti d’Italia presentata e descritta dall’Araldo del Palio dei 10 Comuni del Montagnanese Filippo Visentin.
Alle ore 21.15​ “A Cena con i Rievocatori”, cena di saluto e di ringraziamento con i Rievocatori presso la Sala Polifunzionale di Viale della Stazione, aperta a tutti.

[Francesco Occhi]

... ...