L’evento di AIS Veneto, Consorzio Tutela Vino Custoza DOC e Consorzio Tutela del Gavi è in programma sabato 25 giugno alla Camera di Commercio della città scaligera.

Un vitigno, due terroir, un evento unico nel cuore di Verona: Sulle vie del Cortese. Alla scoperta del vitigno tra Custoza e Gavi è la manifestazione dedicata al Cortese, varietà che si esprime al meglio nel territorio del Custoza, in Veneto, e del Gavi, in Piemonte.
Le due denominazioni si incontreranno sabato 25 giugno nella Camera di Commercio della città scaligera: in questa occasione sarà possibile degustare ottanta etichette e cogliere pienamente ciò che lega due terre lontane, unite dall’eleganza dei vini che vi si producono.

L’evento è organizzato da AIS Veneto assieme al Consorzio Tutela Vino Custoza DOC e al Consorzio Tutela del Gavi.
«Sulle vie del Cortese rappresenta un’occasione unica per conoscere le potenzialità di questo vitigno – spiega Marco Aldegheri, presidente di AIS Veneto – e scoprire due territori di straordinaria bellezza, dove il vino si fa portavoce di una cultura secolare».

«L’espressione di un vitigno vocato, in un terroir d’elezione rappresenta la forza fondante di un grande vino – commenta Roberta Bricolo, presidente del Consorzio Tutela Vino Custoza DOC – L’uva Cortese è, nella storia di Custoza, uno dei tratti distintivi e portanti del progetto di qualità che i nostri produttori quotidianamente perseguono».

A evidenziare l’importanza dell’evento per approfondire la conoscenza di tutte le sfaccettature di questo vitigno vi è anche Maurizio Montobbio, presidente del Consorzio Tutela del Gavi che sottolinea: «È grazie al vitigno Cortese, nel nostro caso utilizzato in purezza, che il Gavi DOCG diventa un vino identitario e riconoscibile: l’adattamento alle nostre terre da oltre un millennio gli consente di affrontare agilmente i cambiamenti climatici, donando vini dal profilo moderno e internazionale».

Sulle vie del Cortese inizierà con il convegno Essere cortese: quattro voci a confronto, in cui quattro esperti discuteranno del vitigno eletto a bacca nobile dall’aristocrazia ligure: durante l’incontro interverranno il giornalista enogastronomico Aldo Fiordelli, il narratore enogastronomico, esperto gourmet e degustatore internazionale Costantino Gabardi, la vicepresidente dell’Associazione Donne della Vite e wine educator Costanza Fregoni, il curatore della guida di AIS Vitae Nicola Bonera.

Modererà il dibattito Paolo Massobrio, giornalista enogastronomico e autore, assieme a Marco Gatti, della guida Il Golosario.

A seguire, due masterclass dedicate al grande pubblico: Sfaccettature e carattere del Cortese. Espressione, territorio e clima e Il cortese scorrere del tempo.
Oltre ai banchi d’assaggio, sarà presente un’area food dove si potranno assaggiare alcuni prodotti tipici locali e il risotto all’isolana, piatto tipico veronese. Non mancheranno i laboratori del gusto, dove sarà possibile sperimentare con i sapori guidati da esperti artigiani del cibo.

Il costo del biglietto d’ingresso è pari a 25 euro e comprende l’accesso al banco d’assaggio, ai laboratori del gusto e all’area food, mentre il costo delle singole masterclass è di 5 euro.
Media partner dell’evento saranno L’Adige di Verona, Italian Wine Journal, Foodyes.

La manifestazione verrà inoltre trasmessa in diretta su Vinophila, in seguito la registrazione sarà disponibile nell’area convegni del primo metaverso dedicato al vino e alle bevande alcoliche all’indirizzo www.vinophila.com

Foto: a sinistra, la locandina dell’evento; a destra dall’alto, Marco Aldegheri, presidente di AIS Veneto; Roberta Bricolo, presidente del Consorzio Tutela Vino Custoza DOC e Maurizio Montobbio, presidente del Consorzio Tutela del Gavi.

... ...