Massimo Mariotti, 65 anni, storico esponente della destra sociale veronese, ha annunciato in conferenza stampa al Liston 12 la sua candidatura alle prossime elezioni amministrative di Verona per Fratelli d’Italia.

Eletto consigliere Comunale a Verona dal 1990 prima nel MSI poi in Alleanza Nazionale e successivamente in Fratelli d’Italia, ha ricoperto vari incarichi istituzionali nel corso degli anni.
Tra questi quello di assessore al personale, decentramento ed edilizia privata, presidente assessore di AMT, Acque Veronesi ed attualmente di Serit. Funzionario delle Ferrovie, sposato, una figlia, è stato ufficiale paracadutista nell’Arma dei Carabinieri.

«Metto a disposizione la mia esperienza amministrativa per portare avanti i valori della destra sociale e far valere ancora di più la nostra presenza in consiglio comunale. – ha esordito Mariotti – L’attuale amministrazione comunale ha lavorato bene, nonostante il difficile periodo del covid, ma i risultati migliori li vedremo nel secondo mandato perché spesso la burocrazia rallenta le progettualità».

Presente alla conferenza stampa il sindaco Federico Sboarina che ha ricordato la comune esperienza con Mariotti sui banchi dell’opposizione a Palazzo Barbieri. «Lo ringrazio per la sua disponibilità a ricandidarsi perché un profilo come il suo è fondamentale per la nostra amministrazione dal momento che uno dei temi che dobbiamo affrontare è quello del sociale, considerato che prima la pandemia e poi la guerra hanno generato nella nostra città problematiche senza precedenti».

Ciro Maschio, presidente provinciale di Fratelli d’Italia, ha sottolineato: «in questa tornata politicamente importantissima abbiamo rivolto un appello a tutti i nostro esponenti di rilievo del partito, oltre a tantissimi militanti e dirigenti, perché si mettano a disposizione. Mariotti, ha risposto ancora una volta all’appello e di questo lo ringraziamo».

Foto: da sinistra, il sindaco Federico Sboarina e Massimo Mariotti.

... ...