«Con i manifesti affissi in paese dal nostro gruppo “Il coraggio di cambiare Nogara”, abbiamo denunciato la grave situazione in cui versa l’ex ospedale a causa di servizi carenti e/o soppressi» – fa sapere il consigliere comunale Vittoria Di Biase, che poi chiarisce – «Qualcuno, che non sempre capisce ciò che legge (il riferimento è all’ex candidata sindaco della sua lista, ma ora esclusa dal gruppo in piena polemica, Giada Perini), ora prende le “difese” dei medici di base, insinuando che il nostro manifesto rappresenti una critica ad una categoria che invece, insieme a tutto il personale sanitario e parasanitario, si può solo elogiare e che mai ci saremmo permessi di attaccare o criticare».

Poi, la consigliere comunale di “Il coraggio di cambiare” e, piaccia o non piaccia, referente assieme a Paolo Andreoli e a Enrico Bertelli del Partito Democratico cittadino, Vittoria Di Biase, non si dimentica di chiamare in causa anche il primo cittadino.
«Nella sua risposta, – afferma l’esponente del PD, riferita all’articolo pubblicato anche su Il Nuovo Giornale – il sindaco Flavio Pasini non entra nel merito delle critiche anche se fotografano una realtà indiscutibile di cui non si vuole prendere atto, né dare risposte. E si difende come chi, accusato di avere l’abito sporco, dice quanto è bello nei punti in cui e pulito. Insofferente delle critiche, si appella a qualche giornale per riaffermare che va tutto bene».

Foto: a sinistra, il consigliere comunale Vittoria Di Biase; al centro, il manifesto incriminato; a destra dall’alto, il sindaco Flavio Pasini e il consigliere Giada Perini.

... ...