Non potevano passare inosservati i manifesti affissi sui muri di Nogara ad opera della lista di minoranza “Il coraggio di cambiare Nogara”, guidata da Vittoria Di Biase, dopo l’estromissione dal gruppo di sinistra dell’ex candidato sindaco Giada Perini in evidente disaccordo con le linee politiche di opposizione del gruppo.

La stessa Perini non ha tardato a dissociarsi dal contenuto dei manifesti con una serie di comunicazioni sul suo profilo social.

«Preciso che i manifesti appesi per Nogara, riportanti un simbolo simile a quello con il quale mi sono presentata alle elezioni, non sono miei e nulla ho a che vedere con la loro creazione. Non mi sarei mai permessa di usare l’immagine del Sindaco in quel modo» – afferma l’ex candidato sindaco, che poi precisa – «Il Partito Democratico non fa politica di basso livello come quella. Ho conosciuto vari Amministratori del partito di Comuni limitrofi al nostro, con i quali mi confronto e mi incontro periodicamente (con alcuni quasi quotidianamente): sono persone competenti, che agiscono in modo responsabile e che non hanno bisogno di denigrare nessuno per emergere e farsi sentire. – poi conclude – Quel manifesto infangherebbe anche il loro lavoro. Quindi, mi sento di dire che il Partito Democratico ne prende, parimenti, le distanze, non essendo quello il suo modo abituale di agire».

Chiamato direttamente in causa, assieme alla sua Giunta, il sindaco Flavio Pasini accusato di immobilismo ed ineficienza, colpevole di “Vendere fumo e mangiarsi l’arrosto” riguardo la sanità pubblica nogarese, ha pensato bene di approfittare della conferenza stampa di questa mattina, a margine della presentazione del centro diurno Il Girasole, presenti gli esponenti sanitari Raffaele Grottola, direttore Servizi Socio Sanitari Ulss 9 Scaligera; Elena Crestan, coordinatrice centro diurno “Il Girasole”; Stefano Roccato, direttore ff UOC Psichiatria 3 e Gianfranco Rivellini, direttore REMS., per smentire pubblicamente quanto affermato dalla lista di minoranza.

«In qualità di sindaco di Nogara e di presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto 3 della Ulss 9 Scaligera, mi corre l’obbligo di fare il punto della situazione ed informare i cittadini e le cittadine dei Comuni di Nogara, Sorgà e Gazzo Veronese sui servizi, attivi e mai interrotti, presenti nel Punto Sanità “ Stellini” di Nogara. Ritengo doveroso, per amore di verità, far emergere l’attività preziosa, costante e silenziosa che anche in questi due interminabili anni di pandemia, è stata svolta a servizio dei tanti pazienti che vivono nel nostro territorio.
A sostegno di questa mia dichiarazione, – continua Pasini – sono supportato dai dati del coordinatore referente della MGI “Stellini” (Medicina di Gruppo Integrata) di Nogara, dottor Renato Bazzucco».

«In relazione al manifesto esposto sui muri di Nogara, si legge nel comunicato di Bazzucco – in qualità di coordinatore referente della MGI Stellini Nogara, sentito il parere di tutti i colleghi MMG, sottolineo che la MGI (Medicina di Gruppo Integrata) è composta attualmente da 10 medici e assiste circa 15.500 pazienti appartenenti a 4 comuni (Gazzo Veronese, Nogara, Sorgà e Sanguinetto) con il supporto di 4 infermiere professionali e 3 persone amministrative di segreteria.

Le attività sono aperte dalle ore 8 alle 20 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle ore 8 alle 10. Tutti gli ambulatori in sede centrale e nelle sedi periferiche sono sempre rimasti aperti anche nel periodo di pandemia mantenendo l’assistenza a tutti i pazienti nonostante assenze di personale dovute a malattie.
L’attività di segreteria è attiva dalle ore 8 alle ore 20 per prenotazioni visite e/o farmaci o per parlare con i medici. Considerato il periodo Covid, negli orari di punta, il numero di chiamate elevato non consente di garantire tempi di risposta rapidi.
L’attività di tamponi Covid (antigenici e molecolari) iniziata in ottobre 2020, regolarmente autorizzata dalla Alss 9, viene eseguita presso il drive-in all’esterno del polifunzionale e non è mai stata ridotta nè sospesa e sta continuando tuttora.
Gli appuntamenti vengono inseriti per i pazienti che ne hanno necessità dal loro medico curante.
Finora abbiamo eseguito 3515 tamponi rapidi e 3142 tamponi molecolari. La somministrazione di vaccini Covid è iniziata nel mese di maggio 2021 e continua tuttora con le terze dosi presso il centro vaccinale sito al primo piano ala Ovest o presso gli ambulatori dei medici.
Le prenotazioni sono a carico del personale della MGI e dei MMG. Abbiamo eseguito sessioni di vaccini a domicilio e tutti i pazienti fragili non trasportabili sono stati raggiunti e vaccinati. Finora abbiamo eseguito 3149 vaccini.
Durante la campagna antinfluenzale sono state somministrate 2803 dosi nei mesi novembre e dicembre 2021. Tutti i pazienti non trasportabili sono stati vaccinati a domicilio.

E’ evidente che chi scrive il manifesto è stato informato da fonti non attendibili e non conosce le modalità operative e le attività della MGI» – termina così il suo resoconto il dottor Renato Bazzucco.

Altri dati riguardano le attività specialistiche presenti allo “Stellini”, quelli che confrontano il numero di prestazioni erogate nei primi undici mesi del 2021, con lo stesso periodo del 2020.
Da quanto riportato, si evince che nel corso del 2021 le prestazioni complessive hanno avuto un incremento pari al 20% (161395 prestazioni nel 2021 a fronte delle 134223 del 2020). In particolare, risultano aumentate : – le prestazioni del laboratorio analisi – le visite/prestazioni nerurologiche (+41%) – le visite/prestazioni oculistiche (+46%) – le visite/prestazioni dell’area odontoiatria e stomatologia (+51%) – le visite/prestazioni dell’area medicina fisica e riabilitazione. (+5%)

Risultano con una lieve differenza negativa le visite/prestazioni dell’area endocrinologica ( – 7%) e dell’area cardiologica (-5%). Per l’area della radiologia, al dato attuale, nel 2021 sono state garantite 129 prestazione/mese contro le 154 prestazioni del 2020.

E’ di recente istituzione, sempre presso lo “Stellini” ed in collaborazione con la locale Casa di Riposo, un punto tamponi dedicato agli studenti delle nostre scuole: questo ulteriore servizio evita ai bambini e ai ragazzi di spostarsi altrove e di affrontare lunghe file ed ore di attesa per effettuare un tampone.

«Dai dati reali riportati nel comunicato, – riprende il sindaco Pasini – emerge chiaramente come il mio operato e della mia Giunta abbia sempre avuto l’obiettivo di riportare sul territorio di Nogara tutti quei servizi sanitari a cui i cittadini hanno diritto e di cui passate e discutibili operazioni politiche li hanno privati.
Il nostro ospedale, sembrava destinato a soccombere schiacciato da una pesante “pietra tombale”… ma grazie all’impegno costante, al gioco di squadra, alla sinergia messa in campo da tutte le realtà coinvolte, lo “Stellini” si sta” ripopolando” di tanti professionisti capaci e volenterosi, offre ai pazienti prestazioni e servizi, ospita un’importante struttura come la REMS, accoglie l’utenza di un centro diurno riabilitativo psichiatrico come “Il Girasole”.
Molti importanti passi avanti sono stati compiuti ed altri ne verranno fatti in tempi brevi, sempre nel nome dei cittadini, sempre a servizio della gente, sempre nell’ottica di semplificare e migliorare la qualità della vita del nostro territorio» – conclude il sindaco.

... ...