Inaugurata venerdì 27 agosto ad Angiari la “Casa dell’acqua” alla presenza del sindaco Antonino Puliafito, del presidente di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli, del presidente di Italbedis, Fabio Massaro e dell’amministratore di Stena Recycling.

«La casetta – dice il sindaco Puliafito – è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, per mettere in atto una politica sempre più green: l’acqua qui prelevata, infatti, è a chilometro zero e permette di evitare la plastica, le emissioni per il trasporto e per lo smaltimento. L’acqua, già di alta qualità e sicura grazie a tutti i controlli effettuati da Acque Veronesi e dai laboratori ARPAV, viene ulteriormente affinata ed è disponibile sia naturale che frizzante».

Roberto Mantovanelli, Presidente di Acque Veronesi, ringrazia «Grazie al sindaco e alla sua squadra per la sensibilità dimostrata sul tema della sostenibilità, fondamentale per le giovani generazioni – ha affermato il presidente di Acque Veronesi -. Il futuro sarà verso l’acqua di rete che impatta sull’ambiente 3500 volte meno rispetto a quella in bottiglia. Con la casetta si eroga un’acqua con un gusto ulteriormente migliorato, disponibile anche a coloro che purtroppo, ad oggi, non hanno ancora accesso diretto all’acquedotto».

Per il primo mese, fino al 27 settembre, l’erogazione dell’acqua (naturale, leggermente frizzante e frizzante) sarà a titolo gratuito mentre successivamente il costo sarà di 0,05 centesimi al litro per tutte le tipologie.
L’approvvigionamento potrà essere effettuato sia con tessera che con moneta. Le tessere sono ricaricabili e pertanto non sarà necessario proseguire nell’acquisto delle stesse.

All’inaugurazione erano presenti anche il sindaco di Nogara, Flavio Massimo Pasini, il sindaco di Boschi Sant’Anna, Enrico Occhiali, il presidente di Confagricoltura Verona, Alberto De Togni, la direttrice della filiale di CereaBanca 1897, Selena Pastorato.

... ...