Tragico incidente, poco dopo le 18 di ieri, nella frazione di Sant’Andrea a Cologna Veneta, dove un’auto su cui viaggiavano due fratelli di origine magrebina si è rovesciata in via Boara, la strada che porta a Roveredo di Gua’.

Per motivi da accertare, è poi finita contro un furgone per il soccorso stradale che arrivava da Cologna Veneta trasportando un’auto. Per uno dei due fratelli, non c’è stato scampo, mentre l’altro, ferito in gravi condizioni, dopo essere stato estratto dalle lamiere, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale.
A chiarire le cause e la dinamica dell’incidente saranno, ora, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compa- gnia di Legnago, intervenuti sul luogo del mortale per effettuare i rilievi e gestire la viabilità, che ha subìto inevitabili rallentamenti.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, i due fratelli arrivavano da Roveredo di Gua’, mentre il furgone per il soccorso stradale giungeva da Sant’Andrea. Ad un certo punto, verso le 18.15, la macchina ha cominciato a sbandare, per poi finire, prima fuori strada, e poi rimbalzare tornando in carreggiata, dove si è ribaltata contro il muso del furgone, il cui conducente non ha potuto fare nulla per evitarla.

Rimasti imprigionati nel mezzo, i due fratelli sono stati subito soccorsi da una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Legnago, che ha operato con cesoie e divaricatori idraulici per creare un varco utile ad estrarli.
Li hanno, poi, affidati alle cure del personale del Suem 118, che non ha potuto fare altro che costatare il decesso del conducente, morto sul colpo, per poi stabilizzare il passeggero trasportandolo all’ospedale in gravi condizioni.
Questo quanto riportato sul Corriere di Verona.
[Francesco Sergio]

Foto: a sinistra, il luogo dell’incidente (foto Dayli-Network); a destra immagini di repertorio, Vigili del Fuoco e operatori del Suem 118.