Oggi, sul terreno amico del Sandrini, l’undici di mister Massimo Bagatti non è andato oltre un 0-0 con il Carpi, rimanendo così invischiato al terzultimo posto in piena zona retrocessione, a 23 punti.

Poche le emozioni del match, e da segnalare vi sono però le grandi parate di Pizzignacco: al 46′ De Sena vince un rimpallo ma al momento del tiro si fa ipnotizzare dal giovane vicentino che salva la porta biancazzurra. Al 58′ e al 73′ il Legnago ci prova con Grandolfo, ma in entrambe le occasioni l’attaccante sciupa la possibilità di trovare il vantaggio. Al 79′ invece vi è un’azione insistita dei padroni di casa con Giovannini che scende lungo la fascia sinistra e serve Byeye ma Bondioli ci mette una pezza sulla linea di porta.
La squadra di Bagatti va in apnea e all’82’ Giovannini colpisce un palo mentre all’87’ è Pizzignacco a salvare il pareggio su un colpo di testa di Venturi.

Consola solo il fatto che il Ravenna, immediato inseguitore, è stato sconfitto in casa dal Matelica (1-0) e rimane fermo a 20 punti. Matelica che, nono in classifica a 39 punti, attende domenica il Legnago in una trasferta che si annuncia durissima per i biancazzurri. Ultimo in classifica l’Arezzo a 17 punti che però ha strappato un pari in casa (1-1) al Mantova.

Tabellino.
Legnago- Carpi 0-0
Legnago: Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Stefanelli, Ricciardi (39’st Girgi); Giacobbe (38’st Lovisa), Antonelli, Bulevardi; Buric (36’st Perna), Rolfini (8’st Chakir), Grandolfo.
All. Bagatti.
A disposizione: Pavoni, Corvi, Pellizzari, Ruggero, Zanetti, Mazzali.

Carpi: Pozzi; Sabotic, Venturi, Gozzi (22’st Ercolani); Eleuteri (14’st Bayeye), Bellini, Cejias, Lomolino (22’st Marcellusi); Motoc (1’st Giovannini); De Sena, De Cenco (39’st Ferretti). All. Pochesci.
A disposizione: Rossi, Llamas, Varoli, Ghion, Ferretti, Offidani, Ridzal, Marino.

Arbitro: sig. Luca Zuchetti di Foligno.
Ammoniti: Lomolino, Antonelli, Bulevardi, Gozzi, Stefanelli.
Recupero: pt 0′ – st 4′