È un sindaco arrabbiato, Cristiano Zuliani, nell’apprendere e dare notizia che un suo concittadino è risultato positivo al Covid-19, oggi martedì 17 marzo.
Con un messaggio postato su Facebook lo ha comunicato ai 1.085 concamarisini: «Cari compaesani, come era prevedibile anche la nostra comunità è stata direttamente coinvolta, il mio messaggio sarà breve visti i ripetuti volantini consegnati casa per casa: Basta telefonare per chiedere di fare la spesa in altro paese per generi alimentari;
basta telefonare per chiedere di poter passeggiare o andare in bici; basta fare la spesa più volte per fare un giro, organizzatevi meglio.
Uscire solo, su strada o marciapiedi per motivi indispensabili che già conoscete.
Al lavoro si può andare muniti di autocertificazione.
Il virus lo aiutate a propagarsi semplicemente incontrando le persone.
Restate a casa,restate a casa,restate a casa.
Se restate a casa insieme ce la faremo. Confido in voi,in caso contrario con le forze di polizia è prevista l’applicazione del codice penale.
Un caro saluto,sopratutto a chi si è attenuto alle regole, per il vostro bene e quello di tutti».

Foto: a sinistra, il Comune di Concamarise; a destra, il sindaco e senatore Cristiano Zuliani.

... ...